Le recenti trasformazioni nel settore dell'e-commerce e della logistica, insieme al cambiamento del comportamento dei consumatori a favore di pratiche più sostenibili, hanno influenzato in modo significativo i brand, il modo in cui pubblicizzano e vendono il loro marchio e i loro prodotti e il modo in cui rendono la loro produzione più sostenibile. Questo è particolarmente vero nel caso di Primoza; la storia, tuttavia, non finisce qui. L'azienda tedesca ha fatto un ulteriore passo avanti per scoprire come ottimizzare la logistica e l'evasione degli ordini, soprattutto quando possono avere un impatto negativo sull'ambiente. Fortunatamente, con byrd, Primoza ha trovato un'ottima soluzione per rendere la sua logistica più sostenibile.

Continua a leggere per scoprire di più sul loro successo.

Le radici di Primoza

L'idea di un calendario da parete piantabile è nata alla fine del 2017 nell'ambito di un concorso per start-up dell'Università di Erlangen-Nürnberg. La domanda ispiratrice era semplice: come possiamo riportare la natura e le persone insieme? 

Il risultato è stato incoraggiante, e la start-up ha vinto il concorso. Il prossimo passo? Continuare a far progredire i seed calendar. Dopo una campagna di crowdfunding di successo, Primoza è riuscita a vendere i primi calendari in diversi mercatini di Natale in Germania.

A distanza di qualche anno, i calendari non sono più soli. Primoza ha poi lanciato cartoline piantabili, sacchetti per i semi, carta per i semi, kit per il giardinaggio e altro ancora. Questi prodotti vengono venduti con successo in tutta Europa e nel Regno Unito, sfruttando appieno l'integrazione con Shopware nello strumento logistico tutto-in-uno di byrd.

Oggi, molta gente di città si allontana sempre più dalla natura. Noi vogliamo ridurre questa distanza.

Produkt_3152Il ruolo della sostenibilità nella costruzione di un brand

Primoza intende offrire un contributo positivo alle persone, alla natura e operare in modo responsabile. Ciò significa regalare un sorriso alle persone con i prodotti, avvicinarle alla natura e alla sostenibilità e produrre in modo tale che l'acquisto ti faccia sentire meglio riguardo al tuo posto nel mondo.

La produzione sostenibile dovrebbe diventare uno standard e radicarsi gradualmente come il modo "corretto" nella mente delle aziende e dei clienti. Un modo in cui i profitti non vengono realizzati a spese dell'ambiente o degli esseri viventi.

E-book sulla supply chain sostenibile

Un prodotto e una produzione sostenibili

La produzione di beni sostenibili comporta molti costi per un'azienda, che in molti casi si traducono in un aumento dei prezzi per i clienti finali. Nel caso di Primoza, la sfida principale è la produzione, in particolare la ricerca dei migliori produttori e fornitori. Trovando produttori locali con standard elevati, soprattutto per quanto riguarda i prodotti naturali e sostenibili, il marchio tedesco è riuscito a commercializzare prodotti privi di plastica al 99,99%, certificati da diverse istituzioni.

Puntare su prodotti e materiali di alta qualità che soddisfano i requisiti di sostenibilità è comunque piuttosto costoso (almeno più di un fornitore "normale") a causa della rarità e dei processi produttivi coinvolti.

Poiché i clienti sono disposti a pagare di più per i prodotti eco-compatibili, garantire elevati standard di sostenibilità è diventato un must con la rapida crescita della domanda di prodotti sostenibili.

La pratica di Primoza:

  • Attenzione agli ingredienti di alta qualità, alle sementi biologiche, alla carta riciclata, ai cartoncini biologici, alla stampa a zero emissioni di CO2, ecc.
  • Produzione e fabbricazione locali: la maggior parte in Germania (sede centrale) e il resto in Europa
  • Certificazioni Demeter e Bio

La ricetta per una crescita di successo

La sostenibilità non si ferma all'approvvigionamento dei prodotti, non per Primoza. L'idea del marchio tedesco è quella di creare un ambiente e una crescita sostenibili.

Da un lato, inizia con la comunicazione e il branding. Comunicare e rendere consapevoli i clienti di ciò che l'azienda sta facendo per essere più ecologica è fondamentale. Grazie alle certificazioni e alla trasparenza dei processi, Primoza si assicura che i clienti sappiano quanto sia sostenibile.

Comincia dalle cose semplici e comunicale.

D'altra parte, soprattutto in Primoza, l'attenzione è rivolta a fornire un ambiente di crescita sicuro e sostenibile. Primoza mira a crescere e a diventare un'azienda online di successo, ma in modo sostenibile. L'obiettivo è che l'azienda esista il più a lungo possibile. È importante offrire uno spazio di lavoro in cui i dipendenti vogliano rimanere con piena flessibilità e sostenere le comunità, le persone e gli eventi nell'ambito della sostenibilità. Ciò significa anche crescere insieme, soprattutto con partner e fornitori come byrd per l'evasione degli ordini.

Per il cliente è difficile fare una distinzione, mentre per un marchio è facile vantare un prodotto sostenibile, ad esempio sottolineando che è prodotto in Germania anziché in Asia. Ma cosa è davvero sostenibile, alla fine? Ci sono molti aspetti da considerare per costruire un marchio sostenibile.

Mood_3360

Le sfide di un fulfillment per e-commerce sostenibile

Come hai letto, Primoza intende adottare e promuovere un modello di business completamente sostenibile, dall'approvvigionamento dei prodotti alla comunicazione e alla responsabilità sociale d'impresa. Ma non è tutto. Anche la logistica e l'evasione degli ordini fanno parte del suo percorso verso la sostenibilità.

La consegna all'ultimo miglio è uno dei principali fattori di costo in termini di impatto ambientale e di emissioni di CO2. Poiché Primoza vende i suoi prodotti nell'UE e nel Regno Unito, aveva bisogno di strutture di magazzino e di evasione situate direttamente in questi mercati. L'ubicazione dei centri di fulfillment è decisiva nel determinare diversi aspetti chiave dell'evasione degli ordini, in particolare i costi e l'impronta di carbonio. 

Con l'aiuto di byrd, Primoza è in grado di immagazzinare le proprie merci direttamente nel Regno Unito e, recentemente, ha iniziato a immagazzinare le proprie merci in Austria per espandere la propria portata nell'area germanofona.

Oltre ai centri logistici di byrd, Primoza beneficia di un'ampia rete di trasportatori che le consente di offrire opzioni di consegna sostenibili ai propri clienti con DHL Go Green. In definitiva, per Primoza, utilizzare un partner di fulfillment con sede locale ha senso per evitare costi costosi, spedizioni a lunga distanza ed essere in linea con l'obiettivo di essere un'azienda online sostenibile.

In byrd abbiamo trovato un fornitore di servizi di fulfillment che ci offre opzioni di consegna sostenibili e ci avvicina ai nostri clienti grazie alle diverse sedi di magazzino.

La pratica di Primoza:

  • Rivolgersi a un partner di fulfillment con sede locale per ridurre le distanze, evitare costi elevati e beneficiare della sua rete di trasporto
  • Adottare opzioni di consegna sostenibili (come DHL Go Green in Germania) per ridurre le emissioni di CO2
  • Costruire relazioni a lungo termine con i diversi stakeholder

Guida all'e-commerce transfrontaliero nell'Unione Europea

Progetti futuri e piani di espansione

Il mercato dei prodotti sostenibili sta diventando sempre più competitivo a causa dell'aumento della domanda, del cambiamento del comportamento dei clienti e della questione mondiale del cambiamento climatico. È per questo che Primoza ha piani ambiziosi per il futuro. Innanzitutto, si impegnerà maggiormente nell'innovazione dei prodotti e nella ricerca di fornitori e partner sostenibili. In secondo luogo, l'obiettivo è rafforzare il marchio a livello europeo ed espandersi in nuovi mercati con l'aiuto della rete di distribuzione byrd.

Visita il loro negozio online: https://primoza.de/